Petagna, aspirante playboy: idolo dei social

0
367

Rientro anticipato dalle vacanze per Andrea Petagna. Sulle assolate spiagge di Ibiza, l’atalantino si è concesso qualche giorno di relax. Una breve pausa per recuperare le energie e confermare la fama di playboy…ricevendo però sonori due di picche!

Estate caliente

Dopo la rottura con Alessandra Chiodini, l’attaccante era stato paparazzato insieme alla splendida Michelly Sander. Classica storiella estiva: ora Michelly sta col motociclista Jorge Lorenzo. Andrea, invece, era partito alla volta di nuove conquiste. E sull’isola spagnola, secondo Dagospia, ci avrebbe provato con le bombe sexy Giulia Salemi e Alessia Tedeschi, senza grossi risultati. E via a grosse, grasse risate. Goliardia alimentata anche dagli scherzi all’amico Christian Vieri: un doppio gavettone, proposto da Petagna sul suo profilo Instagram.

Fame di campo

Convocato con l’Under 21 per l’Europeo di categoria, Andrea avrebbe potuto staccare di più la spina. E invece il roccioso attaccante è già arrivato, scalpitante, a Rovetta, tre giorni in anticipo. “Vedere gli altri che si allenano e io che sto in spiaggia non è una sofferenza, ma quasi – ha confidato a La Gazzetta dello Sport -. Così quando il mister mi ha chiesto se volevo giocare la partitella anche se ero appena arrivato e stavo per fare la doccia, non ci ho pensato un secondo. E poi con il fisico che mi ritrovo, ho bisogno di sudare e faticare”.

“In doppia cifra e vado al Mondiale”

La prossima stagione sarà quella dei Mondiali in Russia e Andrea vuole farsi trovare pronto dal c.t. Ventura. Intanto ci sono da cancellare certi pregiudizi: “Segno poco? La cosa comincia a stancarmi –ammesso a La Gazzetta dello Sport -. Vero, non farò tanti gol, ma cinque reti alla prima vera stagione in A non mi sembrano male. Ma corro tantissimo: una media di 10-11 chilometri a gara contro gli 8-9 degli altri attaccanti. In più, ho messo cinque assist e mi sono guadagnato due rigori”. Tuttavia, ha una promessa per l’anno prossimo: “Se mi confermo e arrivo a 10 gol, raddoppio e magari vado al Mondiale. Io ci credo”.

Rivali

Galliani un giorno lo definì incedibilissimo: “Nell’estate 2013: stavo facendo bene, avevo segnato nel trofeo Tim, con Pazzini infortunato ero l’alternativa a Balotelli”. Il nuovo rivale si chiama Cornelius: “Sono sempre stato abituato alla concorrenza: quando ero al Milan avevo davanti Ibra, Balotelli e Pato. All’Atalanta avevo Paloschi e Pinilla. Cornelius arriva da un campionato modesto come quello danese, dovrà adattarsi al nostro calcio…”.

Views All Time
Views All Time
20
Views Today
Views Today
1

Commenta l

SHARE
federico
Federico è un giornalista pubblicizza esperto di web e di temi di attualità
Loading...