Zaccardo: ex campione del mondo cerca squadra su Linkedin

0
362

Ex campione del mondo cerca squadra su Linkedin. Sui social network è capitato anche questo. A proporsi l’ex difensore di Milan e Palermo Cristian Zaccardo, che si racconta.

Provocazione a metà

“Una settimana fa ho rescisso il contratto col Vicenza e così l’altro pomeriggio, quando ero sul divano di casa, mi sono detto “Visto che ho un profilo su Linkedin, che è una piattaforma per chi cerca lavoro, perché non sfruttarla?” In parte è stata una provocazione ma in realtà si è rivelata la mossa giusta. L’ho fatto anche per farlo sapere all’estero”, spiega Zaccardo a Tuttosport, sulle motivazioni che hanno portato alla scelta.

Tempesta di messaggi

E sono fioccate le risposte: “Mi aspettavo di trovare contatti ma non così tanti. Incredibile. Un migliaio di messaggi e il 70% da operatori del calcio tra agenti e direttori sportivi. Risposte da tutto il mondo, sia chiaro, non solo l’Italia. Del resto all’estero è nella quotidianità muoversi attraverso queste modalità. So di un allenatore che in Slovenia ha messo l’annuncio su Linkedin per cercare un certo tipo di giocatore. Come sempre in rete c’è di tutto, anche chi prende in giro ma per fortuna la maggior parte di chi si è interessato è formata da persone serie. Ora devo riflettere, vagliare e decidere”.

Procuratore un giorno?

Anche perchè fisicamente Cristian è in gran forma: “Sono integro e non per essere presuntuoso, ma mi sento pronto per fare ancora un paio d’anni ad alto livello, sì, anche in serie A. Vediamo cosa c’è dietro l’orizzonte. Potrei anche optare per una esperienza all’estero. Magari mi aggrego ad allenarmi con una squadra e poi si decide”. Da grande, invece, pensa a un futuro da procuratore: “E’ un mestiere che mi affascina, potrebbe essere il mio prossimo impiego dopo che avrò smesso”.

La notte di Berlino

Poi la mente torna alla notte di Berlino, quando, nel gruppo di Lippi, conquistò il Mondiale. “Ci ripenso Un paio di volte al mese. Anche perché è un argomento che spunta nel mio ambito di lavoro. Che istanti! Al momento del rigore decisivo di Grosso ero in mezzo al campo con tutti gli altri e poi il grande blocco è partito verso Buffon, io ho cercato di inseguire Fabio ma era imprendibile. In quei momenti non ti rendi conto bene di cosa sta succedendo. La sera dopo al Circo Massimo a Roma invece…”. Infine, sul campionato: “Ancora Juve? Dopo questo regno di 6 scudetti di fila sarebbe bello che il tricolore andasse al Napoli o a al Milan per cui simpatizzo e la Juve vincesse la Champions2.

Views All Time
Views All Time
22
Views Today
Views Today
1

Commenta l

SHARE
federico
Federico è un giornalista pubblicizza esperto di web e di temi di attualità
Loading...